Cenni storiciLa FA.I.P. snc nasce nel 1953 come produttrice di PIZZO A TOMBOLO a JACQUARD. L' oculata gestione della famiglia Riscaldino, presente da ben tre generazioni, ha permesso di incrementare e diversificare la produzione.

Dal 2014 Proprietaria del nuovo marchio registrato PIZZITALIANI

La gamma di produzione per i nostri Pizzi a Tombolo, Pizzi e ricami, Merletti, Nastri Elastici, prevede l’ utilizzo di gran parte delle fibre disponibili oggi sul mercato, ma la FAIP opta sempre per quelle di primissima qualità. I nostri 60 anni di esperienza ci permettono di offrire un prodotto innovativo e di qualità. Infatti:
• si utilizzano e si ricercano le migliori materie prime presenti sul mercato
RICERCA COSTANTE DI MATERIALI INNOVATIVI E DESIGN DI TENDENZA
• vengono sempre soddisfatte le esigenze del cliente che può contare su consulenze tecniche di elevata qualità


Merletto a Tombolo



merletto a tomboloTra i diversi fattori che contribuiscono a creare la storia, la civiltà, l'orientamento artistico di un paese, la lavorazione ed il commercio del merletto a tombolo o a fuselli. E' un'arte che si fa risalire al 1400, dapprima si diffonde tra i ceti popolari, in seguito tra le comunità religiose e le famiglie aristocratiche. Per lavorare il tombolo occorrono poche cose: il tombolo, un rullo dalla lunghezza di cm 25-30 e dal diametro di cm 15-20; un reggitombolo a tre piedi (prebenna), un quantitativo di coppie di fuselli; spilli di ottone argentato e il filo.

La merlettaia, che lavora seduta china sul tombolo, vi fissa il cartone forato con lo schema del disegno del merletto che si vuole realizzare. All'inizio è necessario avvolgere il filo a dei fuselli, formando un doppio cappio alla testa di essi. Il lavoro consta di due movimenti: girare ed incrociare. Questi due movimenti danno luogo a mezze passate o passate intere che possono formare diversi motivi: a grata, a tulle, a tela, a reticolato, ad intreccio o ad altre forme.

Le passate vengono tenute tese dall'intreccio. Il segreto dell'esecuzione è nei fuselli, lanciati e ripresi in un girare miracoloso delle agilissime dita dell'esperta merlettaia. I lavori del merletto e dei pizzi a tombolo più usati sono: il "punto rinascimento" (sette coppie di fuselli soltanto), una "rete" esagonale a nido d'ape; il "punto venezia" (nove-dieci coppie di fuselli); infine il preziosissimo "pizzo antico".